RIVERBERO (tratta dalla raccolta"Trentatrè note di poesia")

Avviarsi lentamente tra spazi infiniti.....

Lasciarsi nutrire da un raggio di luce

e con lo sguardo attonito di un giovane viandante

correre felice nella scia luminosa dei sogni del cuore.

di Simo S. (Valzer di emozioni)

sabato 21 gennaio 2017

Budapest e swap del cuore

Ciao a tutti! 

Ringrazio chi ha partecipato al mio giochino/indovinello proposto nel precedente post. Siete state tutte bravissime, non mi sembrava facile eppure la maggior parte di voi ha indovinato.

Si trattava proprio della città di Budapest ed il libro ambientato nelle sue vie è "I ragazzi della via Pal".


E' stato emozionante visitarla e ripercorrere le sue strade intrise di storia.
Ho deciso di premiare Maria che è stata la prima ad indovinare e poi di fare un sorteggio tra tutte coloro che hanno individuato la città ovvero:

1 Emanuela-Gli sbarluccichii della streghetta
2 Stefania- Capricci della Ste
3 Giovanna-Stelle di latta
4 Laura-Tesselleelle
5 Andreina-Il cestino dei gomitoli
6 Hamina-Taglia incolla e decora
7 Simona Gentile-Con le mani in pasta di mais
8 Lory-Il filo del cuore...ricami
9 Roberta-La sportina
10 Daniela-Decoriciclo
11 Milly-Mille idee creative
12 Carla-Un'arbanella di basilico
13 Simo-Valzer d'emozioni
14 Ely-Lab 360
15 Roby-RobbyRoby

E la vincitrice è risultata essere: 


Complimenti quindi a Maria ed Andreina!

Inviate i vostri indirizzi alla mia mail: sciccoserie@gmail.com

Vi aspetto al prossimo post con alcune foto del mio viaggio.

Prima di lasciarvi però vi segnalo un'iniziativa romantica, lo swap del cuore. 



Partecipate numerosi, c'è tempo fino al 26 gennaio!

A presto

sabato 7 gennaio 2017

Dove sono stata?

Durante le vacanze natalizie ci siamo concessi qualche giorno all'estero. Abbiamo visitato una capitale europea, molto estesa ed interessante per bellezza e varietà di culture. Vorrei proporvi un piccolo indovinello, dove sono stata?

Vi aiuto mostrandovi una foto. L'abbiamo scattata in un angolo che la città ha dedicato al ricordo delle appassionanti vicende di un gruppo di ragazzi. Le loro avventure sono narrate in un famoso libro ambientato proprio tra le sue vie.


Invierò a chi indovinerà un pensiero da me realizzato. Mi piace iniziare l'anno con un pochino di leggerezza in questo periodo molto difficile per tutti.

Chi ha letto il libro automaticamente capirà di quale città si tratta. Ed anche chi non l'avesse letto potrebbe comunque arrivare alla soluzione, basta un pò di attenzione.... Se ad individuare la zona sarete in tanti effettuerò un'estrazione. Avrete tempo fino al 21 gennaio.

Vi abbraccio e mi raccomando partecipate numerose e se vi va pubblicizzate.

Prima di salutarvi vi segnalo un'interessante iniziativa proposta da Elisabetta dedicata a chi ama la lettura.

Mi raccomando iscrivetevi, ricevere un libro per me è sempre una festa pensate riceverne sei...

A presto

mercoledì 4 gennaio 2017

Caramelle fai-da-te per l'Epifania

Come scrivevo nel precedente post, ho dedicato parte delle vacanze natalizie nel preparare dolcetti per le feste. Questo è un periodo che ispira particolarmente la creatività ed io ultimamente la esprimo tra i fornelli. E visto che finora la soddisfazione è stata tanta, ho pensato di continuare su questa strada preparando delle caramelle gommose con ingredienti naturali da inserire nella calza della Befana. Le ho pensate per  un'amica che ha la passione per i gufi...

E' una ricettina facilissima, ispirata da idee trovate in rete.

Ingredienti:

2 cucchiai di succo di limone
10 cucchiai di succo di arancia
100 gr di zucchero
zucchero q.b. per decorare
10 fogli di gelatina (10 gr)

Fate sciogliere la gelatina in acqua fredda per 10'.
Scaldare sul fuoco gli altri ingredienti e farli bollire per 5' poi aggiungere la gelatina ben strizzata e farla fondere.

Togliere dal fuoco e procedere in questo modo: versare il composto in stampini o in un unico stampo per plumcake rivestito con carta da forno. Lasciare raffreddare e poi fare rapprendere in frigo per 4 ore circa.

Trascorso il tempo necessario sformare le caramelle. Nel caso si fosse usato lo stampo unico occorrerà tagliare il composto a quadrotti.

Ecco come si presentano le caramelle appena sformate


Passare le caramelle nello zucchero messo da parte per decorare ed eccole pronte!



                                  Io ho usato questo stampo

e quello per il ghiaccio.


Si possono confezionare singolarmente o a gruppi utilizzando la carta trasparente per alimenti. Si conservano in barattoli di vetro a chiusura ermetica per circa una settimana. Dato che non contengono conservanti o additivi rimarranno molto morbide ed è per questo che non durano molto. Meglio consumarle subito e rifarle più volte...

Con le caramelle partecipo al Linky Party organizzato da Daniela e Maria.



Buona Epifania!


lunedì 26 dicembre 2016

Pandolce genovese alto

Il Natale è arrivato come sempre in un batter d'occhio e con la stessa rapidità se n'è andato. Ci ha lasciato tanti doni e dolci da smaltire....

Quest'anno ho prodotto in casa pandolci, torroni e biscotti e devo dire che la soddisfazione nel realizzarli e gustarli è stata tanta.
Eccoli:

I classici biscottini alla cannella e zenzero

 il torroncino bianco morbido


              Il Torrone al cioccolato + pandolcino genovese basso



Ma il pezzo forte è stato il pandolce genovese alto 

del quale vorrei lasciarvi la ricetta che ho seguito. Esiste una versione più professionale ma quella che vi propongo oggi è un più immediata e facile, alla portata di tutti coloro che come me non hanno a disposizione la pasta madre.


Ingredienti:
700 gr. farina manitoba
100 gr. zucchero
100 gr. burro
2 tuorli
200 gr. uvetta
100 gr. pinoli
100 gr. canditi
30 gr. semi di finocchio
50 gr. lievito di birra
latte per ammorbidire

Sciogliere il lievito in acqua tiepida ed impastare tutti gli ingredienti finché il composto sarà compatto e sodo. Se occorre, ammorbidirlo un pochino con latte.

Coprire e lasciare lievitare per 5 ore in luogo tiepido. Trascorso il tempo di lievitazione dividere il composto in quanti pandolci si desidera realizzare (io ne ho formato uno grande e tre piccoli), riporre nella placca da forno. Lasciare il composto lievitare per un'altra ora, nel frattempo accendere il forno. Portarlo a 180 gradi e cuocere per circa un'ora. Ogni tanto provare la cottura con uno stecco lungo da spiedini e appena risulterà asciutto sfornare.

Abbiamo gustato quello grande il giorno di Natale mentre quelli piccoli, insieme a torroncini e biscotti, sono stati donati a parenti ed amici. 



Siete ancora in tempo per prepararlo, magari da offrire al cenone di fine anno!
Buone feste!


martedì 13 dicembre 2016

Swap Noel

Da 6 anni lo swap Noel indetto da Fiore è diventato una consuetudine irrinunciabile. Ed io non posso mancare all'appuntamento!

La mia abbinata allo scambio dei doni è stata Marta alla quale ho inviato questo:



Un addobbo natalizio da me realizzato


Materiale creativo: ritagli natalizi in feltro


Dolcetti


 Ed un pannello in feltro beneagurante.

Marta mi ha inviato


Una calza cucita a mano in maniera impeccabile, un addobbo in feltro e...

tante bellissime etichette che sono già state applicate ai doni sotto l'albero.
Ringrazio Marta per i doni, tutti apprezzatissimi e come di consueto l'amica Fiore per portarci sempre tanta gioia con le sue iniziative.
Prima di salutarvi Vi ricordo che se ancora vi mancassero idee per i vostri regalini di Natale potete sbirciare qui.
A presto!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...